Cinque laboratori itineranti per costruire un metodo collettivo

Se la festa di ottobre è stata l’occasione anche di attivare talk e dibattiti a livello nazionale e internazionale e per promuovere un sapere diffuso che parta dalle energie che animano la periferia di Milano, da metà  maggio a metà giugno, nell'ambito del Bando alle Periferie del Comune di Milano, per Super, il festival delle periferie, sarà l’occasione di portare a terra gli spunti emersi durante il percorso fatto attraverso 5 laboratori in 5 tappe (Giambellino Lorenteggio, Corvetto Chiaravalle Porto di Mare, Adriano Padova Rizzoli, Niguarda Bovisa, QT8 Gallaratese).

In ogni tappa saranno coinvolti, oltre alle realtà territoriali dei quartieri, i cittadini, i rappresentanti dell’amministrazione e tutti quei soggetti che contribuiscono a “fare” la città, con l’obiettivo di portare all’interno dell’agenda cittadina, proposte concrete di azione che partano da chi i quartieri li vive e li anima e che possano interagire con chi amministra, costruisce e agisce la città. I laboratori itineranti sono co-curati da 5 associazioni territoriali che hanno aderito al progetto e ne rappresenteranno le antenne locali: Shareradio, Nocetum, Cascina Martesana, Nuovo Armenia, Mitades.

I cinque laboratori itineranti

Il gruppo di Super,  a partire da gennaio 2019, ha più volte incontrato le antenne locali e le loro reti per capire insieme a loro quali fossero criticità, temi comuni, elementi importanti da analizzare, legati non solo alla propria realtà quotidiana ma comuni  anche ad altre realtà e altri quartieri. Molte sono le questioni emerse, dal tema del verde percepito come spazio di insicurezza, alla necessità di coinvolgere gli abitanti facendo in modo che alcuni luoghi possano, da loro, essere maggiormente vissuti e trasformati, all’interrogarsi  su cosa significhi fare mediazione interculturale nei territori, fino alle fatiche di alcuni quartieri a controllare i cambiamenti sociali di una città in grande trasformazione. Questi macro temi, a cui tentare di dare delle risposte concrete mettendo a disposizione differenti strumenti, sono stati la base dei laboratori itineranti che si misureranno, questa  volta, con la messa in pratica più che con la teoria.

Sarà anche l’occasione di alimentare dibattiti coinvolgendo attori della città, esperienze simili (italiane e non) con l’obiettivo di affrontare insieme un problema per provare a risolverlo misurandosi con la produzione di azioni concrete mantenendo l’attitudine al ragionamento, provando a costruire un metodo collettivo dal basso.
I  laboratori  si terranno da metà maggio a metà giugno, in giornate diverse e in più momenti di incontro e produzione e si concluderanno con momenti aperti ai quartieri e alla città.
A conclusione un momento  pubblico di confronto sui risultati emersi, un talk e un dj set. I laboratori saranno seguiti da Shareradio e quindi potrete trovarci anche in radio.